Like most websites we use cookies. If you're happy with that, just carry on as normal - otherwise to find out more click here.
 
 
 
Cerca nel sito:
Home   ›   Nidi artificiali
Drukuj
Invia ad un amico

Nidi artificiali

Per attrarre nei nostri spazi all’aperto un numero maggiore di specie di uccelli può essere utile posizionare dei nidi artificiali che possano supplire all’assenza di cavità naturali. Esistono diversi tipi di cassette nido adatte a specie diverse. La più comune è detta a “cassetta chiusa” ed è costituita da una cassetta di legno con coperchio apribile e un foro d’ingresso. Altri tipi di cassette nido sono invece aperte, dotate cioè di un’ampia apertura frontale.
 
Nidi a cassetta chiusa
 
Alcune specie che possono essere attratte dai nidi a cassetta chiusa sono: Cinciallegra, Cincia mora, Cinciarella, Passera d’Italia, Passera mattugia, Codirosso.
 
Nidi a cassetta aperta
 
Specie che gradiscono nidi a cassetta aperta sono Ballerina bianca, Pettirosso, Scricciolo, Codirosso spazzacamino, Codirosso, Merlo e Pigliamosche.
 
 
Altri nidi artificiali
 
I nidi per Allocco e civetta possono essere posti anche in città. Se avete ascoltato il verso di un Allocco nelle vicinanze della vostra abitazione o scuola, potete provare
 
Quando e come posizionare i nidi?
 
Il periodo migliore per sistemare un nido artificiale è in inverno. E’ importante infatti sistemare il nido con un certo anticipo rispetto all’inizio della stagione riproduttiva che di solito comincia con la primavera, in modo che gli uccelli che cercano un posto dove fare il nido possano esplorare e prendere confidenza  con la nuova struttura. Altrettanto importante per una felice occupazione della cassetta nido è il luogo in cui viene posizionata, il luogo deve essere tranquillo e riparato ma deve garantire una facile accessibilità e non essere troppo coperto dalla vegetazione. Il nido non deve essere mai posizionato con l’apertura inclinata verso l’alto in modo da essere troppo esposta alla pioggia  o al sole, inoltre deve essere sistemato sempre ad una certa altezza dal suolo per evitare il rischio di disturbo e predazione da parte di altri animali (anche i gatti possono essere un gran pericolo!). In genere si consiglia un’altezza tra i 3 e i 4 metri. L'ancoraggio del nido deve essere ben saldo, inchiodandolo oppure legandolo. Una volta istallato il nido deve essere lasciato tranquillo per un po’ in modo da non disturbare con le nostre visite i possibili inquilini. Capiremo  che un nido è stato occupato dai frequenti voli degli occupanti.
Dopo la riproduzione, in estate, il nido va rimosso, pulito e reinstallato l'autunno successivo
Se vuoi saperne di più su come realizzare uno spazio verde accogliente per gli uccelli  http://www.lipu.it/birdgarden

Spring Alive 2019 is supported by

HC Group